ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP

L’Aceto Balsamico di Modena I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta) è prodotto con mosto cotto proveniente dalle uve previste dal disciplinare I.G.P. e aceto di vino. Questa miscela varia d’intensità in base alla percentuale dei due elementi e invecchia in botti di legni differenti. Da disciplinare I.G.P. l’acidità deve essere superiore al 6%.

ACETO BALSAMICO
DI MODENA IGP
INVECCHIATO

txt-smeraldo

250ml

Mosto cotto di nostre uve Lambrusco e aceto di vino. Una miscela equilibrata, che invecchia in botti che donano corpo e profumi. Perfetta per accompagnare i piatti della cucina italiana, cotti e crudi, a seconda dei gusti, delle regioni, della tradizione.

 

MONDI PARALLELI

La cucina regionale. La tradizione. Le radici. Da Pellegrino Artusi al ‘mangiare lento’. E poi le stagioni, che alternano luci, colori, sensazioni. Le sculture nei parchi, le panchine nei giardini, il pioppo e l’olmo, la quercia e l’ippocastano. Le strade sterrate di campagna, i casolari con i ‘coppi’, filari di vite. Emozioni che vibrano nel passato per riemergere improvvise nei gusti di oggi.

Il Profilo

C’è saggezza. Compostezza. Eleganza. In lui risplendono modi gentili. Nel tempo ha dimenticato ansie, inquietudini, affanni. E adesso gode di una sana sicurezza che non sfocia mai nella sicumera. La sua dote migliore è risvegliare antichi appetiti con il sorriso e una certa vigoria. Insomma, l’Invecchiato sa il fatto suo.

La ricetta: filetti di maiale infagottati

Prendete un bel filetto di maiale intero. Tagliatelo a fette regolari di tre/quattro centimetri di spessore. Avvolgete ogni pezzo di filetto con strisce di pancetta. Rosolateli in padella con poco olio extra vergine d’oliva, una foglia di alloro e un rametto di rosmarino girandoli da una parte e dall’altra con una certa frequenza. Appena cotti poneteli in un piatto di portata e irrorateli con qualche goccia di Invecchiato. Ottimi con patate arrosto o cipolline in agrodolce.